Regioni

L’azione politica, sociale e culturale dei Liberaldemocratici Italiani sul territorio è coordinata ed organizzata da strutture territoriali autonome. Nel rispetto e nell’osservanza del progetto politico nazionale, dispongono di autonomia organizzativa/amministrativa e di azione politica. Nelle regioni dal Coordinamento Regionale e dal Coordinatore Regionale. Nelle province dal Coordinamento Provinciale e dal Coordinatore Provinciale. Nei comuni sopra i cinquemila abitanti dai Circoli e dal Coordinatore. Nei comuni inferiore ai cinquemila abitanti dal Portavoce. Le strutture territoriali e locali hanno autonomia amministrativa e negoziale nei limiti delle attività riguardanti l’ambito territoriale di appartenenza e ne sono legalmente responsabili. Gli organi nazionali non rispondono dell’attività negoziale svolta in ambito locale e delle relative obbligazioni. I rappresentanti degli organi locali rispondono personalmente delle obbligazioni assunte. Ogni struttura/organo territoriale e/o locale, anche se dotato di autonomia amministrativa e negoziale, è tenuto ad uniformarsi alle indicazioni del Comitato dei Garanti e all’osservanza delle leggi vigente in materia. L’autonomia amministrativa territoriale è regolato e disciplinato dall’atto/verbale e da apposito regolamento. Tutte le strutture sono regolate e disciplinate, da apposito regolamento. Tutte le cariche, nessuna esclusa, sono a titolo gratuito.

Coordinamento Regionale

Sono componenti del Coordinamento Regionale, gli iscritti che siano: il Coordinatore Regionale, i Coordinatori Provinciali e da massimo tre componenti nominati dal Coordinatore Regionale. Il Coordinamento Regionale si riunisce su convocazione del Coordinatore Regionale almeno una volta all’anno ed opera sotto la sua responsabilità o su richiesta di almeno la metà più uno dei suoi componenti. Il coordinamento regionale, individua le attività da svolgere in ambito regionale per attuare la linea politica dei Liberaldemocratici Italiani, deliberata in sede nazionale, determina la linea politica regionale e ha facoltà di formulare proposte agli organi nazionali; Coordina le attività svolte in ambito provinciale e comunale. Collabora con il Coordinatore Regionale nell’attuazione degli indirizzi generali dell’azione politica, formula proposte per programmi di intervento che richiedano l’azione integrata dei Circoli. Il coordinamento Regionale determina i programmi elettorali e approva le liste e le candidature locali. Propone inoltre alla Direzione Nazionale i candidati per le elezioni regionali, nazionali ed europee. Il coordinamento regionale è validamente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno la metà degli iscritti componenti, in seconda convocazione con qualsiasi numero. La seconda convocazione avviene dopo due ore. Il Coordinamento Regionale delibera a maggioranza dei presenti. Di ogni Coordinamento Regionale deve essere redatto verbale. Ai lavori del Coordinamento Regionale, possono partecipare senza diritto di voto tutti gli iscritti in regola con le quote associative residenti nella regione che siano deputati, senatori, consiglieri e deputati regionali, parlamentari europei.

Il Coordinatore Regionale

Il Coordinatore Regionale rappresenta i Liberaldemocratici Italiani nelle sedi istituzionali e politiche nell’ambito della Regione, controlla ed indirizza l’attività politica dei Coordinatori Provinciali e assicura la continuità della linea politica degli Organi Nazionali dei Liberaldemocratici Italiani su tutto il territorio regionale. Il Coordinatore Regionale su proposta del Coordinatore Provinciale ratifica la costituzione dei circoli. Per gravi e comprovati motivi – d’ordine politico e organizzativo – dei quali riferisce agli uffici nazionali preposti, ha facoltà di disporre su proposta del Coordinatore Provinciale lo scioglimento dei Circoli. Il Coordinatore Regionale è nominato dal Comitato dei Garanti e può essere revocato e sostituito in qualsiasi momento. Il Coordinatore Regionale nomina e revoca in qualsiasi momento: il Vice-Coordinatore, i Responsabili Regionali di settore, i Responsabili Regionali di organizzazioni interne. Il Presidente Regionale, quando se ne presenta l’occasione e/o l’opportunità. Il Coordinatore Regionale convoca e presiede il Coordinamento Regionale. In caso di impedimento temporaneo le sue funzioni sono svolte dal Vice-Coordinatore Regionale.